“Idiosincrasie” – Federica Cenname

Le dieci parole sono: accessibile – arrabattare – baluardo – cosa – fanatico – giro – imbuto – neutralizzare – rododendro – zittire La stanza vuota lo lasciò per qualche istante interdetto. Controllò l’orologio: le 9:00. Incredibile. La riunione sarebbe dovuta cominciare alle 8:30. «È concesso un piccolo margine per i più sbadatelli», si ricordava…

“La natura del pensiero. O dell’amica che vomita il sabato sera” – Manuel Molinaro

– Tranquilla tesò, rovescia tutto. Ci sono qui io. Lo sciacquone. Pezzetti di pesche, d’arancia, spicchi di mela parzialmente digeriti, impastati ai succhi gastrici, al colore sanguigno del Barbera. Gli spruzzi incrostati sulla ceramica interna del water e intanto una bambina, il suo maledetto abito a giro maniche rosso carminio, gli interni della gonna in…

“Al di là del muro”

Incipit di Federica Cenname – NO! CHE HAI FATTO? L’urlo proruppe inaspettatamente, come un vulcano che si risveglia dopo un lungo letargo, squarciando l’aria circostante. Le voci bambinesche, che fino a quel momento avevano solleticato il caldo pomeriggio estivo, si ammutolirono all’istante. Anche il venticello, intento a scompigliare le fronde più alte del giardino, parve…

“Lo svelamento successivo” – Federica Tosadori

Sto correndo da un quarto d’ora quando, con un passo azzardato, riesco a infilare un piede sul vagone, impedendo la chiusura automatica delle porte. Anche l’altra metà del mio corpo così, ha potuto seguirmi sulla metro. Forse sarebbe stato meglio se l’avessi lasciata indietro, almeno lei: non sarei finito tutto intero in questo incubo. Sono…