La Parola Instabile
è una rivista digitale che nasce con l’obiettivo di creare uno spazio di confronto e riflessione sulla parola attraverso gli strumenti della scrittura. Il progetto si fonda sulla fiducia ostinata per la funzione comunicatrice della lingua e sulla volontà di rafforzarne il potenziale creativo, superandone gli inceppamenti.

In seguito a un dibattito interno, la redazione seleziona una parola attorno alla quale concentrare il lavoro di scrittura. Il materiale raccolto – dai racconti alle poesie, dai fumetti alla critica  viene pubblicato mensilmente nella rubrica la Parola del Mese.

Attorno a questa rassegna principale, ruotano tre sezioni minori. Queste declinano in modi differenti l’opera di analisi ed esercizio sulla parola.

Nella sezione Parola Plurale tre scrittori – e le loro rispettive caratteristiche di scrittura – sono chiamati a collaborare per la creazione di un racconto che risulti unitario e coerente.

In Parola di Parole vengono raccolte brevi narrazioni costruite attorno a dieci parole, precedentemente selezionate dalla redazione.

La rubrica Parole su Musica raccoglie testi creativi che ricreano, attraverso la scrittura, suggestioni e impressioni emerse dall’ascolto di brani musicali.

Ti interessi di scrittura, letteratura, cinema, musica, arte, disegno e comunicazione? Cerchi qualcuno con cui condividere e confrontarti su questi temi? Contattaci sulla nostra pagina Facebook o scrivici una mail all’indirizzo laparolainstabile@gmail.com

gli Instabili

Manuel Molinaro – direttore, scrittore

«Creature biforcate e logo-immuni
mi sorsero davanti,
invulnerabili alla verità.
Ero entrato nell’era dell’anatra-lepre,
in una età del ferro, del silenzio»

Post scriptum – Valerio Magrelli

Federica Tosadori (Fepa) – vicedirettrice, scrittrice

«La vita di Brod fu una lenta assimilazione del fatto che il mondo non era per lei; che, quale ne fosse la ragione, non sarebbe mai stata nel contempo felice e sincera. Aveva la sensazione di tracimare, di produrre e accumulare sempre più amore dentro di sé. Ma senza mai scioglimento.»

Ogni cosa è illuminata – Jonathan Safran Foer

Federica Cenname – responsabile editing, scrittrice

«Do I contradict myself?
Very well then I contradict myself,
(I’m large, I contain multitudes.)»

Song of Myself – Walt Withman

Matteo Mazzucchi (Giamblico) – referente disegni, scrittore, disegnatore

«I was the only one who came back that night to the old fishing town as legend bade, for only the poor and the lonely remember.»

The festival – H. P. Lovecraft

Martina Ciaramidaro – scrittrice, disegnatrice

«Non c’è atto di libertà individuale più splendido che sedermi a inventare il mondo davanti ad una macchina da scrivere.»

Gabriel Garcia Márquez

Giuseppe Catania – caporedattore sezione musica, scrittore

«Le cose più autentiche non diventano mai parole.»

Senza rete – Marta sui Tubi

Collaboratori

Gaetano Malli (scrittore)
Francesca Rodofili (scrittrice)

Chiara Aquino (disegnatrice)
Giulia Dani (disegnatrice)
Valeria Desa (disegnatrice)
Alessandro Gibogini (disegnatore)

Fabio Giuseppe Porta Trezzi (responsabile comunicazione)