FUGA
[‘fu.ga] sostantivo singolare femminile

La parola che ci accompagnerà questo mese è Fuga. Riflettendo sul sostantivo, ci è sembrato rimandasse ad uno stato d’animo condiviso e nel contempo anche a un modo d’essere generazionale.

I testi non si limitano a descrivere una condizione di grande agitazione, provocata da un pericolo imminente. Un pericolo che scatena la necessità fisiologica di scappare, di mettersi in salvo. Scopriamo invece che l’istinto primordiale diventa pretesto per conoscere se stessi. Un gioco momentaneo della mente al quale poter accedere costantemente. Uno stato inconsapevole, con radici nel mito, che ci gravita attorno come un lupo.

La Fuga è un’arte che si apprende con la conoscenza; e conoscenza vuol dire esperienza del reale, delle cose, delle parole.

Leggi i testi sulla parola Fuga